Fare il coming out. Come, quando e perché.

coppia-lesbica

Stai pensando a fare il tuo coming out? Preparati: devi essere pronto a sostenere l’impatto che avrà sulla tua vita.

Se stai per fare il tuo coming out, abbiamo qualche consiglio per te.

Con il termine “Coming Out”, per chi non conoscesse questa espressione inglese, si intende dichiarare apertamente la propria omosessualità e affermare la propria identità di genere.

Quando è momento più giusto per fare coming out?

Non esiste una tempistica entro la quale è “accettabile” fare coming out. Che tu abbia 18 anni o 60, è legittimo farlo quando ce lo si sente. La maggior parte delle persone omosessuali sanno molto chiaramente e sin dal principio quale sia il loro orientamento sessuale. Sono sicuri della propria sessualità. Tuttavia, molti altri lo scoprono solo in seguito, dopo che sono passati attraverso a relazioni, magari lunghe ed importanti, con persone dell’altro sesso.

E tu: è una cosa a cui pensi da molto tempo? Ti senti davvero sicuro? Te lo diciamo perché una volta fatto coming out, ritornare sui tuoi passi, anche se assolutamente legittimo, potrebbe essere molto complicato.

Coming out: da che persona iniziare?

coppia gay

Ti consigliamo di iniziare con una persona amica di cui ti fidi. Questa persona potrebbe essere in grado di fornirti tutto il supporto e la comprensione di cui avrai bisogno per affrontare il discorso con le persone di cui temi di più la reazione. Inoltre, potrebbe aiutarti a fare chiarezza. Parla a lungo con questa persona (potrebbe essere anche uno psicologo) prima di fare il tuo coming out.

Puoi quindi decidere di fare coming out con la tua famiglia. Una buona ragione per farlo è che in questo modo di potrai sentire più vicino a loro. Se hai fratelli o sorelle inizia da loro, potrebbero essere più aperti ai temi dell’omosessualità e della bisessualità. Poi parla ai tuoi genitori, meglio se separatamente. Preparati a queste tipiche risposte da parte dei tuoi genitori: “Come puoi esserne sicuro?”, “Ho passato anche io una fase così in giovinezza, ma son cose che si superano”, “E’ solo un momento”, “Non hai avuto abbastanza esperienze con l’altro sesso per poterlo dire con certezza” e “Come puoi esserne sicuro alla tua età?”. Preparati le risposte per tempo.

Coming out: cosa dire?

Ovviamente non esiste un copione predefinito. Scrivere una lettera potrebbe essere un buon modo, specialmente se hai paura delle reazioni. Parla loro delle tue paure, spiega che non vuoi causare dolore ma devi essere sincero con loro. La cosa importante è che tu sia onesto, prima di tutto con te stesso e quindi con gli altri. Sii aperto, sii pronto ad accettare con la dovuta calma ogni tipo di reazione. Mostra rispetto e comprensione per la persona con cui stai parlando. Ascolta quello che ti dicono. Renditi conto, però, che non devi giustificare la tua sessualità a nessuno se non a te stesso.

Coming out: che succede se la prendono male?

comingout

E’ una possibilità alla quale devi essere pronto. Che si tratti di semplice shock o di avversione pregiudiziale contro l’omosessualità, cerca di mantenere la calma.  Metti in evidenza che  sei ancora la stessa persona che eri prima di dire la tua verità. Il fatto di aver dichiarato la tua omosessualità non ti rende improvvisamente una persona diversa! E’ cambiata solo la percezione che loro hanno di te. Non disperare se le persone a cui tieni non hanno reagito come speravi. Le opinioni possono cambiare, e anche in fretta. Potresti scoprire che hanno solo bisogno di un po’ di tempo per elaborare la cosa, informarsi a volte. Se hai paura di reazioni violente o di essere buttato fuori di casa, accertati che ci sia un amico disposto ad ospitarti per un po’.

Cosa significherà per me fare coming out?

Fare coming out avrà il significato che tu vorrai attribuirgli. L’importante è che tu ti senta sicuro della tua sessualità e certo che il coming out sia il passo giusto da fare.

Chiediti perché vuoi fare coming out

Questa è la domanda più importante che devi farti. Se rispondi qualcosa come  “Perché non mi vergogno di ciò che sono” o “Mi è impossibile essere una persona completamente felice se continuoa nascondere la mia sessualità” o “Voglio conoscere altri omosessuali”, allora sono buone ragioni. Pensa molt obene a quali motivazioni userai facendo il coming out: potresti far male o scioccare la persona a cui stai parlando. In verità, la prima persona a poter star male sarai tu.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s