E se ce l’avessi troppo larga? Tutta la verità sulle dimensioni della vagina

dimensioni vagina

Chi pensa che solo gli uomini abbiano problemi di “dimensioni” si sbaglia di grosso. Sono moltissime infatti le donne che hanno timore che la propria vagina possa essere troppo larga. Quindi, se ti stai chiedendo se la tua vagina per caso non sia troppo larga, non preoccuparti, non sei certo l’unica.

Perché una donna arriva ad aver paura di avere una vagina troppo larga?

Ci possono essere due casi. Nel primo, si tratta di un commento, riferimento, atteggiamento da parte del proprio partner, che più o meno velatamente lascia intendere che durante il rapporto vaginale non “sente” abbastanza.

La frizione del pene con le pareti vaginali è ciò che crea la maggior parte del piacere sessuale sia nell’uomo, che nella donna.  Se il partner si lamenta di non “sentire” abbastanza, significa che sente di non provare abbastanza piacere durante la penetrazione vaginale. Una donna può anche aver paura che la propria vagina sia troppo larga perché magari nota che il partner ha una certa predilezione per il sesso anale: una penetrazione anale dà sicuramente all’uomo una maggiore sensazione di “frizione” e contenimento e molti potrebbero trovarla di per sé più piacevole della penetrazione vaginale. Questo per molte donne è totalmente indifferente, tuttavia per alcune questa “scoperta” ha un profondo impatto emotivo.

Nel secondo caso potrebbe essere la donna stessa a lamentare una bassa sensibilità e a non provare sufficientemente piacere cosa che può portare all’anorgasmia, ossia l’impossibilità di raggiungere l’orgasmo attraverso la penetrazione.

Sicure che il problema sia vostro?

Le donne generalmente rispondono a questo problema, attribuendosene tutta la colpa. Tuttavia,  farebbero meglio a domandarsi se non si tratti più che altro di un problema del proprio partner. Ci sono infatti molte possibili ragioni per cui il vostro lui potrebbe avere poca sensibilità durante la penetrazione vaginale. Ad esempio, potrebbe trattarsi dell’uso del preservativo: provate a verificare assieme l’opportunità di adottare altre forme di contraccezione o utilizzare un preservativo che assicuri un maggiore comfort o permetta una maggiore sensibilità. Se il vostro lui fa uso di alcuni farmaci, in particolare gli antidepressivi, fate attenzione: molti hanno la capacità di ridurre la sensibilità del pene. Infine, potrebbe trattarsi di una questione tutta psicologica, con lui che non riesce davvero a lasciarsi andare e inconsciamente scarica su di voi il suo problema.

Troppo larga per cosa?

Inoltre, potrebbe essere una questione di “giusta combinazione”. Come nel caso del pene, anche le vagine hanno varie forme e dimensioni. Per quanto riguarda la lunghezza, questa va in media dai 7 ai 12 cm. Avere un partner che ha un pene molto lungo può essere drammatico e causare anche dolore durante il rapporto. Per altre, un partner di più modeste dimensioni può rivelarsi poco soddisfacente. Tuttavia, la verità è che ciò che risulta “piccolo” per una potrebbe essere perfetto per un’altra. Insomma, si tratta sempre di trovare la combinazione giusta.

La vagina non è un buco ma uno “spazio potenziale”

Per quanto riguarda l’apertura, invece, potete stare tranquille. La vagina non è un “buco” . E’ più che altro uno “spazio potenziale” che rimane intatto nonostante quanto sesso facciate e quale sia la dimensione del pene del vostro partner. La vostra vagina è perfettamente elastica è in grado di contenere il più grosso dei peni, così come farvi provare piacere anche quando il vostro lui ha un diametro più ridotto. Non è vero neppure che più sesso si fa, più la vagina diventerà larga. Le pareti della vagina sono estremamente elastiche e si possono allargare fino ad contenere senza problemi la testa di un bambino. Nemmeno il più grosso dei peni non riesce ad avvicinarsi a queste dimensioni.

Il segreto è nel muscolo PC

Quello che determina la capacità contenitiva della vostra vagina è il muscolo che la circonda, il muscolo PC (pubococcigeo). Più questo muscolo è tonico, maggiore sarà il controllo della vostra vagina che avrete durante il rapporto. Avere un buon controllo di questo muscolo consente di contrarre le pareti della vagina al momento e nella maniera giusta. Questo significa che anche voi giocate una parte fondamentale nel determinare le sensazioni che sia voi che il vostro partner proverete durante il rapporto sessuale. Questo tipo di controllo può essere raggiunto facilmente con gli esercizi di Kegel, un’attività piacevole da svolgere, che consiste nel contrarre e rilasciare ripetutamente i muscoli che circondano la vagina, gli stessi che si utilizzano quando si cerca di trattenere la pipì.

La mia vagina si è davvero allargata!

E’ stato verificato che si può perdere tonicità del muscolo PC in seguito a veloce e consistenti modificazioni del proprio peso corporeo, modificazioni dei livelli ormonali o ad interventi chirurgici. La causa più comune della perdita di tonicità del muscolo PC è il parto. A volte servono mesi, e in alcuni casi varie ore di esercizi di Kegel, prima che la vagina torni allo stato iniziale.

Che fare se anche con gli esercizi di Kegel niente funziona?

Molto probabilmente li stai facendo nel modo sbagliato. Inizia con il monitorare i tuoi progressi. Un modo semplice e veloce per sapere se stai facendo correttamente gli esercizi di Kegel è usare uno strumento chiamato Manometro di Kegel. Basterà infilarlo in vagina e stringere. Ti dirà quanto forti sono i tuoi muscoli. Ancora più importante, ti aiuterà a conoscere i progressi che stai facendo.
Inoltre, verifica di farli nel modo giusto. Il metodo migliore è fare questi esercizi dopo aver inserito in vagina un dito o un sex toy. Questo aiuterà anche ad evitare la possibile ansia da prestazione che si potrebbe verificare nel momento in cui ci si approccia al rapporto sessuale vero e proprio. A tal proposito esiste il Kegelcisor, l’unico pensato appositamente per aiutare ad esercitare il muscolo PC nel modo corretto.

8 comments on “E se ce l’avessi troppo larga? Tutta la verità sulle dimensioni della vagina

  1. Pingback: Sex design: boom di richieste anche in Italia | Salute – Lui & Lei

  2. Io sarei contento anche se tu l’avessi larga. Darebbe una mano a quelli sovradotati come me che a volte trovan difficoltà con le fighe piccine.

  3. Io,normalmente ho sempre avuto problemi di dimensione, nel senso che tutte le mie ragazze sentivano sempre un po’male quando “andavo a Fondo”..ultimamente mi capita che la mia partner ha ce l ha un po’ larga e non sento molto piacere costringendomi a “maratone”fino a piu’ di 2ore provando piacere si ma a volte senza nemmeno raggiungere l’orgasmo..(con alcune ragazze bastavano anche solo 10 minuti)non capisco cosa mi succeda sta’ diventando un problema per me ed anche per lei che adora vedermi godere e si fa 2000 paranoie…qualche consiglio?!?

  4. si sà che per le femmine è meglio la circonferenza che la lunghezza. pertanto se il tuo è uno spaghetto lungo e sottile è chiaro che se una ce l’ha larga non sente nulla se non dolore perchè spinge per la lunghezza sull’utero..

      • Sono pienamente d’accordo su quanto dite ma…il problema non è per lei ma per ME..Lei sente eccome, -DIVERSE VOLTE- ha raggiunto fino a 5-6 orgasmi a prestazione e non sente nemmeno l esigenza di fermarsi tra uno e l’altro,gode come una matta creandomi anche qualche imbarazzo con i vicini.è la prima con cui mi capita..ogni volta devo far 1ora mezza 2 di “palestra” specialmente con il caldo estivo diventa pesantissimo,anche quando magari sono stanco e preferirei “una cosa alla veloce”.se ho bevuto alcolici ancora peggio..Crea dei problemi il fatto che lei ha paura di non eccitarmi abbastanza o di non piacermi,io ne sono invece fortemente attratto fisicamente e mentalmente solo che non me la sento di dirle che la sua “cosina”è troppo larga,perche’ sono sicuro che ci rimarrebbe male…comunque a distanza di 2 mesi ho trovato una soluzione che consiste in qualche preliminare in piu’ e sta’ andando decisamente meglio, accorciando un rapporto ad una media di un’oretta che mi sembra molto piu’ accettabile..

  5. Quando è troppo stretta vengo anche in un paio di minuti, e quando la mia esperienza era ancora poca avevo creduto che soffrissi di orgasmo precoce, se è molto larga ci vogliono due ore ed è come essere andati in palestra. Ho trovato il connubio di dimensioni giuste a volte nella vita, quando c’era l’orgasmo simultaneo 8 volte su 10, ma si parla di casi rari. In realtà è difficile trovare la misura davvero davvero giusta, ma cerchiamo di non essere troppo perfezionisti, i punti del piacere sono tanti.
    Una guida alla scelta del giusto partner in base alle dimensioni, lo offre l’antico libro del Kamasutra, che classifica e suddivide gli uomini e le donne per tre tipologie ciascuno, in base alle dimensioni dei loro apparati e spiega le associazioni migliori, inoltre proponendo le posizioni migliori per ogni associazione di queste tipologie, per provare il maggiore piacere.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s