101 rimedi naturali contro l’impotenza

‘Impotenza’. Una parola che fa tremare solo al pensiero milioni di uomini (N.d. R. circa 3 milioni in Italia!). Spesso e volentieri, è solo di fronte alle proteste della partner che ci si costringe a scendere a patti con la realtà ed ammettere che si, forse…forse qualche problemino c’è.

Oh oh…ma questo vuol dire che dovrete iniziare ad assumere  farmaci come Viagra o Cialis?

Non per forza! Sebbene i farmaci siano la soluzione più efficace per trattare il problema erettile, esistono tanti altri rimedi naturali e cure “casalinghe” che possono fare al caso vostro. Eccone 101, da scegliere, provare e testare!

1. Iscrivetevi in palestra – Secondo recenti studi l’attività fisica non fa bene solo in generale a tutto il corpo, ma anche alla vita sessuale: migliora la circolazione sanguigna, anche quella del pene…e quindi anche le erezioni! Uno studio condotto su un campione di uomini di 50 anni ha dimostrato che quelli che facevano esercizio riscontravano erezioni più durature e un rischio del 30% inferiore di soffrire di impotenza.

2. Basta film porno: secondo quanto riportato da illustri esperti italiani, sarebbero in crescita i casi di inibizione dell’erezione dovuta all’eccessiva esposizione a pornografia video molto spinta o violenta.

3. Provate di mattina – Sfruttate le erezioni naturali! Dopo una buona notte di sonno l’organismo si è rigenerato, si hanno maggiori energie e i livelli di testosterone raggiungono il picco. Inoltre durante la notte la circolazione migliora e, quindi anche il pene è più irrorato il che porta a piacevoli erezioni naturali.

4. Usate le mani – i massaggi, soprattutto se fatti dal partner, non soltanto aiutano a combattere lo stress ma, allo stesso tempo, portano l’eccitazione al massimo.

5. No smoking – Il fumo è il peggior alleato dell’erezione. Per chi fuma più di un pacchetto al giorno, il rischio di disfunzione erettile è del 40%. Gli uomini che ne fumano uno al dì hanno il 24% di probabilità in più rispetto ai non fumatori di avere difficoltà a mantenere un’erezione. Smettere per provare!

6. Succhiate la coda – L’aragosta è ritenuta un cibo afrodisiaco per il modo in cui si mangia: difficile cibarsene con le posate, obbligando i commensali a consumarla con le mani, succhiandone alcune parti, come la coda.

7. Meno acrobazie, state voi sotto – anche la posizione fa la differenza, infatti gioca un ruolo importante durante il sesso. Innanzitutto semplicità: acrobazie erotiche e flessioni sono bandite perché richiedono una maggiore quantità di flusso sanguigno. Di solito i medici raccomandano di provare la posizione dell’Amazzone, in cui l’uomo è seduto e la donna si posiziona a cavalcioni sulle sue cosce dando il ritmo al rapporto sessuale. Certo è una posizione un po’ stancante ma oltre ad aiutare l’erezione permette anche un’ottima stimolazione del punto G: vale la pena tentare!

8. Oh Marja – Convinti sostenitori della cannabis? Potreste dovervi ricredere. Un recente studio ha fatto chiarezza sulla relazione tra marijuana e disfunzione erettile. Sembrerebbe che alcuni recettori chimici nel pene siano negativamente sensibili ad alcuni principi attivi contenuti nella marijuana, rendendo più difficile per un uomo ottenere e mantenere l’erezione.

9. Andate al risparmio– le preoccupazioni economiche (e di questi tempi il consiglio è ancora più pertinente) possono portare ad un tale stato di ansia in grado di mettere a repentaglio le performance erettive.

10. Prendete l’autobus – Basterebbe camminare per tre chilometri al giorno per evitare la comparsa dell’impotenza secondo un recente studio pubblicato su Urology.

11. Ma attenti alla bicicletta – Stare in bicicletta per troppo tempo potrebbe portare a comprimere i vasi sanguigni del perineo, riducendo il flusso sanguigno verso il pene e portando a lungo andare a difficoltà erettili.

12. Asparagi che passione – Gli asparagi, fin da tempi antichissimi, vengono considerati cibi altamente afrodisiaci. La loro “fama afrodisiaca” deriverebbe sia dalla forma, lunga e turgida di chiaro riferimento fallico, sia dalla loro velocità di crescita: in 1-2 giorni raggiungono anche i 25 cm.

13. Sentitevi  Brad Pitt – una buona percezione del proprio aspetto fisico aumenta l’autostima, anche quella sessuale. Questo aiuta inevitabilmente la prestazione.

14. Giù quel gomito! – È vero che una piccola quantità di alcool può favorire il desiderio sessuale, ma è altrettanto vero e provato che una quantità eccessiva può dare una ‘brutta piega’ alle nostre erezioni…

15. Lavatevi i denti – Una cattiva igiene orale, specialmente delle gengive, può degenerare in periodontite ed aumentare il rischio di disfunzione erettile

16. Occhio al girovita! – Gli uomini e le donne in sovrappeso provano in genere meno desiderio sessuale e lamentano più difficoltà durante il sesso. Attenzione, quindi, al girovita.

17. Tarzan e Jane– I giochi di ruolo possono farci sentire più disinibiti e farci vivere il rapporto in modo più sereno e spontaneo. Da provare specialmente se è il desiderio che vi manca…

18. Fate un corso di Yoga – L’organismo maschile, quando stressato, rilascia sostanze come l’adrenalina che, purtroppo, inibiscono l’erezione. Cercate, quindi, di lasciare lo stress fuori dalla camera da letto o, se preferite, per terra assieme ai vestiti.

19. Dormite le vostre ore – Non dormire, è risaputo, ha effetti negativi sulla salute ma gli ultimi studi hanno dimostrato che, oltre a rendere il corpo debole e assonnato, la mancanza di sonno può anche comportare la disfunzione erettile.

20. Caviale…e champagne – Il caviale è un cibo ricco di zinco, un minerale essenziale per la formazione dello sperma. L’abbinamento migliore è, naturalmente, con lo Champagne.

21. Guardatevi un Fantozzi – Se il vostro umore per svariati motivi è basso, questo potrebbe avere un effetto gravoso sul desiderio sessuale e sulla capacità erettile.

22. Basta McDonald – Cibi grassi e poco nutrienti possono essere una vera rovina. Preferite alimenti light, no al fritto etc etc. … ah dimenticavo: tanta verdura!

23. Non sceglietela brasiliana – L’insalata preferitela come la rucola!La sua fama di afrodisiaco risale al tempo dei romani che la seminarono vicino alle statue falliche innalzate in onore di Priapo, personaggio della mitologia greca e romana noto per la sua dote della lunghezza del pene. Nel medioevo era proibito coltivarla nei monasteri in quanto considerata un potente eccitante.

24. Stanchi? – Se siete già stanchi di leggere, cari miei è un brutto segno. Metteteci più impegno, su, dai!

25. Parlate di sesso – parlare di sesso, con la vostra partner o con un’amica potrebbe essere di estremo beneficio. Spesso chi soffre di impotenza proviene da famiglie molto repressive o bigotte. Parlate, parlate, parlate. Sputate fuori il rospo e fate amicizia con il sesso.

26. Siate più buoni – I conflitti di coppia, le litigate, le incomprensioni…tutto questo può condurre ad una scarsa prestazione sessuale. Se potete evitate e se non potete, cercate di chiarire al più presto.

27. Fate come gli scoiattoli – Le capacità sessuali dei roditori sono rinomate..sapete il motivo? Mangiano noci! A parte gli scherzi, mangiare 3 o 4 noci al giorno migliorerebbe sensibilmente la prestazione sessuale maschile. Questi frutti secchi, il cui nome latino significa “testicolo di Giove” (fatalità), contengono numerosi oligo elementi e hanno particolari proprietà nutritive, energetiche ed… afrodisiache, conosciute sin dalla notte dei tempi.

28. Usate più prezzemolo – non è solo un gustoso ingrediente in molti piatti, ma aiuta anche la sessualità. In Germania esiste questo detto: “il prezzemolo aiuta l’uomo a montare a cavallo”, in chiaro riferimento alle sue proprietà afrodisiache.

29. Sceglietelo nero – Per gli Aztechi il cioccolato era il cibo degli dei. Grazie ad alcune sostanze contenute (teobramina e feniletilamina) ha un effetto stimolante ed eccitante. Quello più efficace è il cioccolato fondente nerissimo, al 70% di cacao.

30. …ed esotico – L’avocado era uno degli alimenti base dei popoli precolombiani, il suo nome deriverebbe dall’azteco “ahuacatl” (testicolo), scelto come evocativo della morfologia del frutto. Gli Aztechi, considerandolo un forte stimolante sessuale, durante il periodo della sua raccolta sembra che facessero chiudere in casa tutte le ragazze vergini per tenerle al riparo da ogni tentazione.

31. Cercate la perla- Le ostriche hanno una reputazione “storica” di cibo afrodisiaco per eccellenza. Anche se devono larga parte della loro fama al loro aspetto e alla loro consistenza, che ricorda gli organi sessuali femminili, esisterebbero anche precise motivazioni scientifiche. Le ostriche sarebbero infatti ricche di fosforo, iodio e zinco, sostanze che incrementano la produzione di sperma e testosterone. Fate attenzione tuttavia a consumarle nei periodi invernali: è il momento in cui le ostriche possono contenere un pericoloso virus.

32. Giù di aglio e cipolla – Da Indù, Egizi, Greci e Romani erano considerati come ingredienti dalle spiccate proprietà afrodisiache. Perfino Ovidio consigliava agli amanti il consumo di insalata di aglio e cipolle. Attenzione però: non dimenticatevi di lavare i denti e di qui vi rimandiamo al punto 10.

33. Preferitela mora- La liquirizia veniva usata nell’antica Cina per le sue proprietà stimolanti. Uno studio ha dimostrato che la liquirizia aumenta il flusso di sangue al pene. Di nuovo, dopo averla mangiata, riferitevi al punto 10.

34. Un pizzico di pepe in più – Spezia molto conosciuta ed apprezzata grazie alle sue proprietà afrodisiache, è uno dei più potenti e utilizzati ingredienti nelle ricette “hot”. Il peperoncino e il pepe contengono sostanze che hanno proprietà di vasodilatatori e possono, quindi, contribuire all’efficienza sessuale.

35. Preferitelo fresco – Forse la sua fama è determinata anche dalla presenza di acidi grassi omega 3, i cui effetti antiossidanti e antinfiammatori ne fanno una specie di elisir di giovinezza e di efficacia sessuale, sta di fatto che il pesce è un cibo particolarmente raccomandato in questi casi. Le tipologie considerate maggiormente afrodisiache sono: il pesce azzurro, il salmone e il merluzzo.

36. Attenzione a non romperle – Le uova sono un potente alleato dell’uomo, perché donano energia e sono ricche di colesterolo, precursore del testosterone, ormone maschile da cui dipendono le performance dell’uomo tra le lenzuola. I Romani consigliavano di mangiare soprattutto il tuorlo per un coito eccezionale.

37. A forma di mandorla – Nel Medioevo la mandorla divenne uno degli ingredienti più usati sia per gli afrodisiaci che per i filtri d’amore. Tale successo era legato alle proprietà nutrienti e corroboranti del frutto che contiene quasi il doppio delle proteine della carne, e alla sua forma che s’immaginava rappresentasse l’organo femminile pronto ad aprirsi nell’atto di generare la vita.

38. Usate più chiodi – Chiodi di garofano ovviamente!Sono uno dei più potenti afrodisiaci naturali. Fu nel Cinquecento che questa spezia divenne uno dei prodotti più ricercati e cari. I medici consigliavano di metterla in infusione nel latte perché avrebbe “mirabilmente aumentato le forze di Venere”. I chiodi di garofano erano considerati così potenti come afrodisiaci, che il loro uso era proibito agli appartenenti a vari ordini monastici.

39. Impugnate lo scettro reale – Lo zafferano è il re delle spezie afrodisiache. Consigliato dalla medicina ayurvedica come rimedio all’impotenza, agisce come vasodilatatore e può quindi contribuire a migliorare l’efficienza sessuale. Ecco un’antica ricetta indiana contro l’impotenza: una mistura di succo di zafferano, miele e mezzo uovo bollito da prendere la sera per un mese. Solo per stomaci forti.

40. L’ultimo goccio di Sambuca – L’anice era utilizzato come cibo afrodisiaco già dai Greci e dai Romani che gli attribuivano non solo poteri speciali ma anche qualità medicinali, tra le quali quella di combattere l’impotenza, stimolare il coito e risvegliare Venere. È un afrodisiaco molto popolare e sembra che masticare i semi di anice contribuisca a rinvigorire i propri desideri sessuali.

41. Cambiate partner – Sicuri di essere veramente attratti dalla vostra partner? Questo tipo di problema, o una confusione sulla propria identità sessuale sono non infrequentemente alla base dei problemi erettili.

42. L’ultimo consiglio – indipendentemente dalla frequenza e dalla gravità del problema, è sempre bene investigare appropriatamente le cause della propria disfunzione erettile. Il pene è una sorta di primo ‘segnalatore’ del buon funzionamento del nostro organismo. Un problema di erezione può essere la spia che c’è qualcosa che non va. Il vostro medico, o uno specialista, potranno esservi di estremo aiuto.

43. L’ultimissimo consiglio –  nel caso in cui vi rivolgiate ad un professionista, siate chiari. Spiegate il problema nei minimi dettagli. Non abbiate paura. Non sarete certamente né i primi, né gli ultimi uomini che si sono rivolti a lui in cerca d’aiuto.

Questo post è un work in progress, sentitevi liberi di aggiungere il vostro contributo ; )

Segui Salute Lui & Lei anche su Facebook

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s