Attenti all’ansia da prestazione

Se vi trovate di fronte alla ragazza o alla donna dei vostri sogni e avete paura di non essere all’altezza, di fare brutta figura o semplicemente che tutto non vada come avevate previsto probabilmente è perché sta crescendo in voi la cosiddetta ansia da prestazione. Cosa potete fare per combatterla? Innanzitutto rilassarvi, cercare di capire da cosa derivi e seguire alcuni semplici consigli elencati riportati qui sotto. Probabilmente vi renderete conto che il problema è più irrilevante di quanto crediate e che, nella maggior parte dei casi, può essere risolto con un po’ di fiducia ed intraprendenza.

Non avete le misure giuste?

La lunghezza media di un pene in erezione è di 15-16 cm, se siete molto al di sotto della media, la vostra ansia da prestazione potrebbe avere origine da qui. Quello che potete fare è ricordarvi che per le donne spesso non contano le dimensioni, ma come lo si sa ‘usare’. Ci sono diversi modi per dare piacere ad una donna, non solo la penetrazione che potrebbe e dovrebbe arrivare solo alla fine. Prendetevi dunque il vostro tempo e dimostratele che siete un esperto nei preliminari, accarezzate parti del suo corpo che solitamente vengono trascurate durante il rapporto e solo quando la vedrete pienamente soddisfatta dirigetevi verso l’obiettivo originario.

Non riuscite a mantenere l’erezione?

Gli uomini pensano così tanto e tanto spesso al sesso, che questo di frequente è uno dei motivi dell’insorgere della disfunzione erettile. La difficoltà a raggiungere o mantenere l’erezione non è necessariamente un problema fisico, come credono molti, ma psicologico. Gli uomini, come le donne, hanno bisogno di entrare nella giusta modalità prima di fare l’amore, dove lo stress e le tensioni certo non aiutano. Prendetevi tutto il tempo che vi occorre e lasciatevi guidare solo dalle vostre sensazioni, non dai vostri pensieri. Infine, quando lo ‘spettacolo’ inizia rimanete concentrato su di lei e mai o mai troppo a lungo su voi stessi.

Soffrite di eiaculazione precoce?

Anche se in situazioni normali non avete mai avuto problemi di eiaculazione precoce, di fronte ad una donna che desiderate particolarmente potreste temere qualche defaillance. Inoltre, se la vostra non è  una patologia vera e propria, per cui la terapia più adatta diviene quella farmacologica, basterebbe   utilizzare qualche accortezza in più durante il rapporto per evitare che l’orgasmo arrivi al momento sbagliato. Evitate innanzitutto una stimolazione costante del pene, alternando magari il sesso orale a quello vaginale. In alternativa potete cambiare ogni tanto posizione, in modo che il pene venga stimolato da diverse angolazioni. Naturalmente esiste sempre come alternativa il cosiddetto metodo ‘stop and go’, che consiste nell’uscire quando si sente che si sta per venire e nell’attendere il cessare di questa sensazione prima di riprendere da dove si era interrotto.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s