Candida: sconfiggerla con la dieta

Nel nostro organismo, particolarmente in alcuni organi interni, sono presenti numerosi tipi di microrganismi che svolgono funzioni fondamentali per il mantenimento della salute e il corretto svolgimento di numerose funzioni fisiologiche.

Le principali funzioni svolte da questi microrganismi sono:

  • trofica: controllano la proliferazione e la differenziazione delle cellule e lo sviluppo immunitario
  • metabolica: aiutano l’assorbimento delle vitamine e lo smaltimento dei residui alimentari non digeribili
  • protettiva: inibiscono la proliferazione di microrganismi patogeni

Anche la Candida albicans è uno dei microrganismi. Questo lievito, infatti, è presente a livello intestinale e aiuta la digestione degli zuccheri. In situazioni particolari, come ad esempio in periodi di grande stress o con l’assunzione di determinati farmaci, la Candida può prolificare in modo anomalo in altre aree del corpo come l’intestino e le aree genitali.

Nelle farmacie tradizionali e online sono disponibili trattamenti topici  o per via orale per sconfiggere la Candida. Molto spesso gli esperti consigliano di non limitarsi all’utilizzo di trattamenti specifici, ma di attuare degli accorgimenti per rinforzare il sistema immunitario e riequilibrare la flora batterica intestinale.

In particolare è necessario fare attenzione ad alcuni alimenti ed ingredienti in grado di impedire al fungo della Candida di proliferare e velocizzare il processo di guarigione.

I CIBI NO

Gli zuccheri: chi soffre di Candida avverte spesso voglia di zuccheri proprio perché questo fungo, per sopravvivere, necessita di essi. Da qui deriva la necessità di eliminare o, comunque, ridurre l’assunzione di zuccheri come cioccolato, miele, dolci, caramelle, gelati, biscotti, bibite zuccherate e non, yogurt e frutta fresca.

Cibi fermantati: in particolare quelli che contengono muffe e lieviti, dovrebbero essere banditi dalla nostra tavola. Quindi no a: gorgonzola, prodotti lievitati come pane, pizza, brioche, focacce e così via.

Latte e i suoi derivati: in quanto potrebbero contenere tracce di antibiotici che possono aggravare la Candida.

Cibi raffinati: no a cibi preconfezionati in scatola, soprattutto quelli ricchi di conservanti. che potrebbero interagire con la Candida.

Spezie piccanti

I CIBI SI’

Preferire, a scapito degli alimenti sopra indicati, una dieta ad alto contenuto di proteine come:

  • pesci
  • crostacei
  • carne magra
  • uova
  • verdure a basso contenuto di carboifrati (es. spinaci, lattuga, broccoli, cetrioli e asparagi)

Certamente un’eccezione qua e là è consentita, ma attenzione a non esagerare: in questo caso la dieta è parte del trattamento per curare la Candida.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s