Giornata Mondiale della Contraccezione

 

Feci di coccodrillo, miele, datteri, mercurio caldo, pesce, oppio, mezzo limone, disinfettante, coca cola, interiora di animali, i testicoli della donnola, l’ano della lepre, il fango tossico del laboratorio di un fabbro… no, non sono impazzita e non sto delirando. Questi sono gli ingredienti, che, in varie combinazioni, sono stati ingeriti, digeriti o applicati come metodi contraccettivi nel corso degli anni. Tranquilli, non ve li propongo! Quasi nessuno ha funzionato, molti hanno provocato addirittura decessi.

Oggi è la Giornata Mondiale della Contraccezione, un giorno in cui si spera che “ogni gravidanza sia desiderata”: questa la missione per migliorare la conoscenza della contraccezione tra i giovani, in modo che possano prendere decisioni consapevoli sulla propria salute sessuale e riproduttiva.

Sono passati molti anni e molte ricerche scientifiche dai tempi in cui si ingurgitavano strani intrugli per evitare una gravidanza indesiderata. Oggi abbiamo a disposizione circa 20 metodi diversi a lunga o breve durata per vivere serenamente la nostra sessualità. Contraccettivi ormonali e a barriera sono a nostra disposizione, molti dei quali efficaci al 99%: pillola, cerotto, anello vaginale, spirale, diaframma, condom…

Nonostante ciò delle strane superstizioni continuano a vivere nell’immaginario comune: “Prendere la pillola fa ingrassare e conduce alla sterilità” oppure “Il virus dell’Hiv è così piccolo che può passare attraverso le pareti del preservativo” o ancora: “Non si può rimanere incinta se la ragazza è sopra durante il rapporto, se dopo salta su e giù, se non ha un orgasmo o se dopo il rapporto si lava con la coca cola” e lì tutti a chiedersi se la pepsi ha lo stesso effetto…

Niente di più sbagliato e lontano dalla realtà! Certo, se vi affidate alle peggiori chat e ai pettegolezzi della strada, se con i vostri genitori parlare di sesso è assolutamente fuori discussione, se il medico vi mette in soggezione e se la scuola  non si decide a iniziare ad inserire l’educazione sessuale nel programma… beh, in fondo non è tutta colpa vostra!

Ci sono persone che credono che i giovani non devono avere rapporti sessuali prima del matrimonio e ce ne sono delle altre che invece dicono che, piaccia o meno agli adulti, ai giovani il sesso interessa e piace anche senza autorizzazioni.

In ogni caso i ragazzi, soprattutto quelli alle prime armi, devono sapere cosa stanno facendo e quali possono essere le conseguenze dei loro istinti più …passionali.

Vi faccio un esempio per chiarire l’importanza dell’informazione sulla contraccezione: Immaginate il fare l’amore come guidare.

Potreste mai, una notte, improvvisamente, saltare in una macchina, accendere il motore e partire senza conoscere le regole della strada? Senza avere la più pallida idea di cosa siano quei 3 strani pedali, a cosa servano le marce e cosa sia la frizione?

Vi sentireste sicuri? Ecco, spero di aver reso l’idea: è così anche per il sesso!

Il sesso è un’aspetto essenziale, divertente e gratificante della vita… è gratis, fa bruciare calorie e fa bene alla salute… più sesso si fa e meglio si sta! Ma non ci sono solo due organi sessuali che si incontrano, ma anche due teste… perciò mi rivolgo in particolare a voi giovani che emanate desiderio da ogni poro… usate metodi anticoncezionali!

Vi voglio salutare con una domanda.

Pensate che la prima illustrazione conosciuta di un uomo con un preservativo ritrovata in una pittura rupestre in Francia risale a circa 12-15 mila anni fa. Vi siete chiesti cosa ci faceva lì quell’illustrazione? Semplice: gli studenti dell’età della pietra stavano assistendo ad una lezione di educazione sessuale… 😉

Vuoi vedere che nell’età della pietra erano più informati di noi?

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s