Spotting: capire e affrontare le perdite anomale

spotting

Il termine spotting deriva dall’inglese “to spot”, che significa “macchiare”. Nel linguaggio medico-ginecologico con il termine spotting ci si riferisce a quelle perdite di sangue vaginali che si presentano tra due mestruazioni. E’ un fenomeno molto diffuso ed è un segnale del fatto che qualcosa non funziona correttamente nell’organismo della donna.

Quante volte vi sarà capitato di spaventarvi nel trovare le mutandine macchiate da qualche gocciolina di sangue pur non avendo – e non aspettando nemmeno – le mestruazioni?

Il fenomeno dello spotting è frequente e può colpire qualunque donna in età fertile. Può presentarsi sia nei giorni che precedono la mestruazione, sia durante l’ovulazione, sia nell’immediato periodo dopo il ciclo ovarico.

Lo spotting, per quanto rappresenti un’anomalia, non sempre è indicatore di patologia e non deve necessariamente spaventare. Al tempo stesso però, essendo un campanello d’allarme non deve essere sottovalutato.  Per questo è importante rivolgersi al ginecologo per verificare le cause e la natura delle perdite.

Ma vediamo nei particolari come si presenta lo spotting.

Diversamente dal ciclo normale, in cui la perdita di sangue è più rossa e il flusso è abbondante, lo spotting rappresenta una perdita ematica scarsa, di colore scuro e più modesta. Il colore più scuro è dovuto all’ossidazione dell’emoglobina.

Le cause

Le cause possono essere diverse e si dividono in due grandi categorie: organiche e disfunzionali.

Tra i principali fattori di natura organica che provocano spotting si hanno:

  • Menopausa precoce
  • Endometriosi, cisti ovariche
  • Forme tumorali (fibroma, carcinoma, polipi)
  • Infiammazioni come vaginite o vaginosi
  • Ectopia del collo dell’utero

Tra le cause di natura disfunzionale:

  • Stress
  • Obesità, anoressia, bulimia, disturbi del comportamento alimentare in genere
  • Diete drastiche, carenze vitaminiche
  • Diabete, ipercolesterolemia
  • Sedentarietà, fumo
  • Periodo post puberale e premenopausale
  • Inserimento inadeguato della spirale contraccettiva

Spotting e contraccezione

In molti casi la causa dello spotting è da ricercarsi nella contraccezione. Si stima che circa il 10% delle donne che utilizzano la pillola anticoncezionale ha problemi di spotting nei primi due o tre mesi di assunzione. Ma anche chi utilizza l’anello vaginale, il cerotto o la spirale presenta problemi di spotting nei primi mesi. Questo perché l’organismo si deve adattare alla nuova terapia contraccettiva. Quindi se assumete la pillola da poco tempo potete stare tranquille…Quasi sicuramente sarà quella la causa delle perdite. Inoltre, nel caso della pillola spesso lo spotting è dovuto al fatto che il dosaggio ormonale non è adatto all’organismo della donna, in genere questo è segno di un dosaggio estro progestinico troppo basso. Altre volte invece la causa può essere un’assunzione della pillola irregolare. Perciò se vi dimenticate una o più pillole in un blister potreste avere delle perdite anomale quindi non vi spaventate e cercate di essere più puntuali il mese dopo! Per quanto riguarda la spirale invece nella maggior parte dei casi la causa dello spotting sembrerebbe essere un inserimento scorretto. In questo caso quindi andate a farla controllare ed eventualmente fatevela reinserire correttamente.

Spotting, infiammazioni e infezioni

Infiammazioni del collo dell’utero, dell’utero o delle tube – come endometriti, cerviciti, e annessiti – possono determinare spotting. Inoltre anche le infezioni vaginali come la clamidia, la candida, o l’herpes genitale causano spotting. Quindi, se avete una vita sessuale promiscua e vi è capitato di avere rapporti sessuali non protetti sarebbe meglio fare il test per le malattie sessualmente trasmissibili.

Spotting e ovulazione

Quando lo spotting si verifica in concomitanza con l’ovulazione potrebbe essere il segnale di uno sfaldamento dell’endometrio. Lo sfaldamento dell’endometrio inoltre provoca un consistente cambiamento nella produzione ormonale che, a sua volta, può causare spotting. Quando la coincidenza di spotting ed ovulazione si ripete in più cicli questo può essere indice della presenza di cisti ovariche. Le cisti ovariche sono una delle cause principali dello spotting. In questo caso sarà un’ecografia pelvica a svelare la presenza di cisti.

shocked womanDiagnosi

Avete delle perdite anomale? Rivolgetevi al ginecologo per verificarne le cause ma niente panico! Nella maggior parte dei casi lo spotting non è legato a nessun tipo di patologia e rappresenta una condizione innocua. Non per questo però deve essere sottovalutato…sempre meglio rivolgersi al medico e togliersi tutti i dubbi.

Per prima cosa sarete sottoposte ad una visita ginecologica. Se poi il ginecologo riterrà opportuno fare degli accertamenti potrebbe richiedere altri esami come analisi del sangue, ecografia pelvica, ecografia trans vaginale, pap test, colposcopia o biopsia del collo dell’utero. Inoltre per arrivare alla diagnosi il medico vorrà sapere se assumete contraccettivi o altri farmaci, se fumate, se soffrite di patologie metaboliche o endocrinologiche.

Insomma in caso di perdite anomale tra una mestruazione e l’altra non disperate ma non trascurate nemmeno il problema. Ascoltate i segnali del vostro corpo! Lo spotting è segno di qualcosa che non va come dovrebbe nel vostro organismo, ora dovete capire cos’è e perché.

Segui Salute Lui & Lei anche su Facebook

17 comments on “Spotting: capire e affrontare le perdite anomale

  1. Ciao sono cristina, da un anno prendo la pillola yaz e non mi ha mai dato nessun problema . Questo mese ho dimenticato la pillola 3 volte una nella prima sett e due nella seconda. Ora è da tre giorni che ho delle perdite di sangue . Devo preoccuparmi ? Cosa potrebbe essere?

    • Ciao Cristina,
      ho già risposto ad un tuo commento precedente molto simile in un altro post: “Ciao Cristina,
      diciamo che hai fatto proprio un bel pasticcio…Già alla seconda dimenticanza avresti dovuto consultare il medico per chiedere come procedere. Hai avuto rapporti non protetti durante le ultime settimane? Le perdite sono una normale conseguenza delle varie dimenticanze. Consulta il tuo ginecologo!”
      Riguardo alle perdite aggiungo che è del tutto normale viste le dimenticanze…

      Seguici anche su Facebook, Google+ e Twitter @SaluteLuieLei

      • Scusami non sono molto pratica con l’uso di internet e nn mi ero accorta.comunque si ho avuto rapporti nn protetti ma solo dopo l assunzione di altre tre pillole dopo la prima dimenticanza . Ora le perdite sono terminate.posso continuare a prenderle fino alla fine della scatola ?

      • Meglio consultare il tuo ginecologo o il tuo medico di fiducia al più presto. Per i rapporti ci potrebbe essere il rischio di gravidanza…

        Seguici anche su Facebook, Google+ e Twitter @SaluteLuieLei

  2. Ciao! Scusami tanto per il disturbo, ma mi è giusto successa una cosa che mi ha un po preoccupata. Prendo la pillola yaz da 8 mesi, mai avuto problemi… Mi manca ancora una sett e mi dovrebbero venire. Premetto: SEMPRE assunta tra le 22 e le 23, mai vomitato o andata di corpo dopo l’assunzione o assunt

    • *assunto medicinali che contrastassero, tuttavia stasera intorno alle 20 è successo che mi sono venuti dei gran crampi fa mestruazioni. Sul momento non ci ho fatto particolarmente caso, ma più tardi andando in bagno mi sono accorta di un’ampia macchia da mestruo. Ho avuto due rapporti non protetti, ma non completi… Che sta succedendo? Devo preoccuparmi??

  3. ciao, sono chiara prendo per la prima volta nella mia vita la pillola estinette, mi è venuto il cilclo il 03/11, ed ancora ho perdite leggere, come spotting, e dolori alle ovaie…. è normale? cosa devo fare? grazie mille per la risposta

    • Ciao Chiara,
      stai tranquilla, nei primi mesi di assunzione della pillola anticoncezionale queste perdite (spotting) o irregolarità nel ciclo sono assolutamente normali. Continua regolarmente con l’assunzione per qualche mese e in teoria la situazione dovrebbe stabilizzarsi una volta che il tuo organismo si abitua agli ormoni della pillola. Le perdite sono fastidiose ma davvero molto comuni nei primi mesi, e non diminuiscono l’efficacia contraccettiva della pillola.

      Seguici anche su Facebook, Google+ e Twitter @SaluteLuieLei

  4. Ciao, ho cominciato a prendere la pillola Yaz il 12 di questo mese, le mestruazioni sono finite da 3 giorni ma continuo ad avere perdite tipo spotting, volevo sapere cosa potrei fare e se queste perdite durano tutto il mese o meno. Grazie

    • Ciao Luana21,

      stai tranquilla, durante i primi mesi di assunzione della pillola e dei contraccettivi ormonali in generale è normale che si verifichino discontinui episodi di spotting. Se le perdite dovessero verificarsi ancora tra 3-4 mesi, ti consiglio di sottoporre il problema al tuo ginecologo e valutare l’eventuale passaggio ad un altro metodo di contraccezione.

      Seguici anche su Facebook, Google+ e Twitter @SaluteLuieLei

  5. Ciao sono maria ho assunto yaz per tre anni a causa di un intervento all ovaio destro di cui è policistico, 10 gg prima del mio regolare ciclo ho iniziato ad avere delle perdite rosee che poi sono diventate più rosse
    ho fatto la visita dal ginecologo ed è comparso tutto regolare e mi ha cambiato la pillola con novadien ma sono passate 3 settimane e io ho ancora perdite. È normale?? Finiranno mai??? Grazie

    • Ciao Maria,
      le perdite in alcuni periodi sono normali, e adesso con il passaggio a una nuova pillola anticoncezionale rientrano tra gli effetti collaterali più comuni che possono verificarsi quando si prende una nuova pillola. Comunque se continuano anche nelle prossime settimane ti consiglio di rivolgerti nuovamente alla tua ginecologa e magari valutare insieme a lei la possibilità di passare a un metodo contraccettivo diverso.

      Seguici anche su Facebook, Google+ e Twitter @SaluteLuieLei

  6. Ciao, scrivo perchè ho da un paio di anni ogni mese a metà ciclo spotting che dura a “piccole dosi” 3/4 giorni delle volte anche 5, soprattutto se abbinate ad attività fisica. Un’altra anomalia è che appunto mi capita spesso di avere abbondanti perdite ematiche (talvolta marroni talvolta rosso vivo) a seguito di sforzi in palestra. Ho fatto due visite ginecologiche a poca distanza l’una dall’altra, ho fatto un pap test negativo, eco trnsvaginale e tutto nella norma (ho una piccola piaghetta), tampone (positivo per klebsiella pneumoniae) rifatto (negativo). Premetto che son spesso soggetta a pruriti, bruciori ed infiammazioni. Sono molto allarmata e non so più che esami fare per trovare la causa e risolvere questo problema. Non prendo la pillola, ho 22 anni e rapporti non protetti con il mio partner fisso da due anni. Ne approfitto anche per chiederle se, a fronte di questi sintomi, dovrei fare anche un test per malattie sessualmente trasmissibili? Grazie infinite

    • Ciao Lilith, scusa per la risposta tardiva. Da quello che hai descritto, il tuo sembra essere un problema ormonale. Il tuo ginecologo ha considerato quest’ultima ipotesi? Il problema potrebbe essere risolto con l’assunzione della pillola anticoncezionale, ma si tratta di un’ipotesi da prendere in considerazione sempre con il supporto del tuo ginecologo. Per quanto riguarda le malattie sessualmente trasmissibili, le possibilità sono scarse, tuttavia ti consiglierei ugualmente di sottoporti agli esami in modo da risolvere qualsiasi dubbio.

      Seguici anche su Facebook, Google+ e Twitter @SaluteLuieLei

  7. Salve ragazze, vi scrivo per togliermi una curiosità. ho iniziato a prendere minesse il primo giorno di ciclo ora sono al quattordicesimo giorno, ma ho delle perdite ematiche, cosa vuol dire? Lo spotting significa che la pillola ha perso d’efficacia? Poi volevo sapere Minesse è efficace da subito?

    • Ciao Lylla,
      stai tranquilla, se hai iniziato l’assunzione della pillola al primo giorno del ciclo sei coperta da subito. Lo spotting è normale quando si inizia ad assumere una pillola nuova, è un effetto collaterale fastidioso ma molto comune per i primi mesi. Questo non significa assolutamente che la pillola sia meno efficace, la copertura contraccettiva è comunque assicurata.

      Seguici anche su Facebook, Google+ e Twitter @SaluteLuieLei

  8. Salve! Mi servirebbe un consiglio, prendo yaz da 3 anni e nn ho mai avuto problemi.. Premetto nn ho mai dimenticato nessuna pillola e non ho avuto vomito o diarrea ma la settimana prima che avessi l’ ultimo ciclo ho dovuto assumere il bentelan e l’aerius a causa di una puntura di insetto, da poco infatti l’ultimo ciclo è arrivato con un giorno di ritardo, solitamente a me arriva alla 3 pillola bianca placebo, invece questa volta mi è arrivato dopo che ho assunto la prima pillola rosa della nuova scattola, il flusso abbastanza regolare mi è durato 5 giorni ma durante tutta la settimana successiva ho avuto vari episodi di spotting…mi devo preoccupare? la copertura contraccettiva è assicurata?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s