Il sesso d’estate

Gli esperti sono particolarmente preoccupati per l’arrivo dei mesi estivi perché, si sa, l’estate è anche la stagione degli amori…sarà colpa del sole oppure del caldo comunque gli ormoni in circolo sembrano di più, ma soprattutto sono più ‘carichi’.

La stagione calda ha tutti gli ingredienti per diventare ‘bollente’: si conoscono tante nuove persone, si ha più tempo libero, siamo meno stressati, c’è più voglia di fare l’amore e si è più pronti a cogliere il richiamo del sesso. Insomma l’estate è la stagione dell’amore e, proprio per questo, è importantissima la contraccezione.

Gli esperti lanciano l’allarme: 3 ragazzi su 10 ritengono il coito interrotto un metodo affidabile e il 31% dei giovani non utilizza alcun metodo contraccettivo.

Il numero delle gravidanze ‘risultato’ del coito interrotto è una cifra enorme: 100mila ogni anno.

La riporto non per spaventare, ma per dire ancora una volta che il coito interrotto non è un metodo contraccettivo, ma un tentativo di evitare una gravidanza che, a volte…anzi molto spesso dai numeri che sono stati diffusi, si conclude con un fallimento.

Durante la bella stagione si registra un aumento del 12% dell’utilizzo della contraccezione di emergenza, delle malattie sessualmente trasmissibili e delle gravidanze indesiderate.

Insomma…viva il sesso ma protetto!

Pillola del giorno dopo più accessibile? Cosa ne pensate voi?

In un’università americana la pillola del giorno dopo si troverà direttamente nei distributori automatici. Lungimiranza a stelle e strisce? O follia d’oltreoceano. Nel frattempo noi italiane siamo costrette a subire un’obiezione di coscienza quasi universale…e la pillola del giorno dopo diventa sempre più un oggetto irraggiungibile… ma allo stesso tempo la pillola del giorno dopo la possiamo comprare online. Contemporaneamente, è notizia di questi giorni che le adolescenti stanno utilizzando sempre di più la pillola del giorno dopo. Quanti contrasti, quante contraddizioni.

Ma voi cosa ne pensate? Giusto che ci sia più accesso alla pillola del giorno dopo o no?

 

Arriva o non arriva questa pillola dei 5 giorni dopo?

Secondo ‘indiscrezioni’, dopo oltre un anno e mezzo di attesa, l’Aifa dovrebbe decidere sull’introduzione di ellaOne, la pillola del giorno dopo efficace fino a 120 ore, 5 giorni, dal rapporto a rischio, durante la seduta del 13-15 settembre!

Ovviamente la decisione non sarà scevra da polemiche, dato che l’Aifa deve dirimere alcune questioni bollenti. Ad esempio: è vero o non è vero che le donne italiane saranno le uniche al mondo a doversi sottoporre ad un test del sangue che stabilisca l’assenza di gravidanza prima di vedersi rilasciare la prescrizione??? Già la vita delle donne italiche che necessitano di pillola del  giorno dopo era complicata (vedi un’obiezione di coscienza quasi unanime da parte della classe dei medici ginecologi)…se venisse introdotto il requisito del test di gravidanza, proprio come indicato dal Consiglio Superiore di Sanità a giugno, l’accesso a questo farmaco sarebbe ancora più difficile.

Insomma, rimaniamo in attesa : )