Dottore aiuto! Mi masturbo tanto ma niente erezioni

Salve, sono un ragazzo di 23 anni e purtroppo non ho mai avuto un rapporto completo con una donna. Ho iniziato a masturbarmi all’età di 15 anni e da allora mi è capitato di farlo piu o meno spesso, dicamo a periodi.

Negli ultimi tempi pero ho iniziato a farlo piu spesso (2-3 volte al giorno) e anche se ad un certo punto mi sono reso conto di esagerare non sono riuscito a smettere, non sto passando un periodo tanto felice della mia vita, (anche se ce ne sono stati di peggiori), e come se l’atto della masturbazione fosse entrato nella mia routine quotidiana facendolo anche quando non sento un reale desiderio di appagamento o quant’altro.

Questa pero e solo metà della storia, visto che da un po di tempo provo un sentimento forte per una ragazza che non sono mai riuscito ad esprimere, e visto che non ho mai fatto sesso mi sono buttato in una discoteca alla ricerca di ragazze con cui fare esperienza prima di provarci con quella che mi piace.

Mi sono ritrovato nel retro della disco con una ragazza ma al momento dell’atto pratico…nulla, non è andato su (non ero ubriaco e neanche tanto nervoso o teso). Cosi mi sono messo su internet e ho cercato un po ma sono confuso da tutti i risultati che ho trovato perche, scherzando un po, dovrei essere affetto da una dipendenza dalla masturbazione…ansiogena (per il tentativo fallito).

Potrebbe darmi qualche consiglio su come risolvere questa situazione? mi sento un caso clinico da libro di psicologia in questo momento. La Ringrazio.

La masturbazione, oltre a essere un’attività piacevole e normale nei maschi, ha un effetto ansiolitico… Quindi è possibile che in momenti di stress e di assenza di vita sessuale esterna, un uomo, soprattutto se giovane, vi ricorra come sfogo sessuale ma anche come mezzo per sentirsi più tranquillo.

Questo può creare un circolo vizioso che si automantiene e in taluni casi può portare alla dipendenza sessuale. Per ora non mi sembra che lei possa ancora essere detto un dipendente sessuale, per fortuna, ma cerchi comunque di contenere la masturbazione al livello attuale al massimo.

Per quanto riguarda l’episodio in discoteca, esso è stato molto probabilmente dovuto all’ansia da prestazione, cioè la preoccupazione di fare una cosa, per la prima volta, e dimostrare a se stessi (e alla compagna) di saperlo fare bene.

Anche se lei aveva l’impressione di non essere in ansia, lo era egualmente, almeno a livello fisiologico, e ciò ha causato dei problemi di erezione: l’ansia è prodotta dal sistema ortosimpatico, invece l’erezione, come l’attivazione sessuale in genere, da quello parasimpatico, i due sistemi sono in inibizione reciproca e quindi lei da solo capisce cosa succede (questo è un processo che può accadere a qualunque maschio in circostanze analoghe).

Inoltre, forse non sarà stato ubriaco, ma avrà assunto alcolici e l’alcol, contrariamente a quanto si crede, se in una prima fase può essere disinibente, in realtà è una sostanza inibente e quindi deprime la reazione sessuale. Cerchi di incontrare ragazze che le piacciono veramente, non solo per provare a fare sesso (questa è una situazione davvero prestazionale, con tutto quello che ne consegue), e lo faccia in un luogo tranquillo, senza fretta, allo scopo di provare piacere insieme a una persona che le piace, in modo che lei possa accostarsi a tale esperienza con la maggiore tranquillità possibile, senza preoccupazioni di dovere fare velocemente e senza l’intenzione di mettersi alla prova o di dimostrare se stesso a se stesso. Se cercherà di seguire le condizioni suggerite, avrà le massime probabilità di buona riuscita.

Da http://www.ok-salute.it/

Si mette il preservativo e iniziano i problemi? 10 STRATEGIE PER RISOLVERE IL PROBLEMA

durex-preservativo-pubblicita

Lui si mette il preservativo e perde l’erezione? La perde ancora prima di riuscire a metterlo? Si mette il preservativo e non sente più nulla? Si mette il preservativo e non raggiunge più l’orgasmo?

Benvenuti nel Club. Le difficoltà maschili legate all’utilizzo del condom sono una cosa così comune che potrebbe essere la principale spiegazione del perché il preservativo viene utilizzato così poco e del perché molte coppie ricorrono al coito interrotto, con tutti i rischi annessi (malattie e gravidanze), piuttosto che ricorrere all’amico di lattice.
Ecco alcuni consigli su cosa fare:

1) RIEDUCARE IL PENE – Se una persona è abituata a raggiungere l’orgasmo solo in una determinata maniera, qualsiasi cambiamento alla ‘routine’ potrebbe risultare in una difficoltà a raggiungere l’obiettivo.
Fortunatamente, gli uomini possono imparare a raggiungere l’orgasmo in altri modi. E’ tutta una questione di abituare il proprio corpo ad altre sensazioni. Una cosa utile potrebbe essere, per lui, provare a masturbarsi indossando un preservativo.
2) LUBRIFICARE E BAGNARE IL PENE – Alcuni uomini trovano d’aiuto utilizzare del lubrificante sia all’interno che all’esterno del condom. Riduce la frizione e simula il caldo e lubrificato ambiente vaginale.
3) UN CONDOM DIVERSO – Provate condom diversi. Esistono differenze tra i preservativi, sia per quanto riguarda lo spessore che la forma.
4) OFFRITE PIU’ STIMOLI – Provate ad essere più stimolanti, se lui ha bisogno di qualcosa in più per venire. Provate a toccare, stringere, sfregare il suo pene durante il rapporto, mentre lui ha indosso il preservativo. Potete anche stimolare le sue altre zone erogene, come scroto, capezzoli o spifferargli sconcezze nelle orecchie, o perché no, usare uno (o più) sex toys…ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti!
5) IL CONDOM PER LEI – Perché non lo usi te? I preservativi femminili esistono e possono rappresentare una valida soluzione.
6) IN POLIURETANO – Utilizzare un preservativo di poliuretano? Questo tipo di preservativi sono più sottili e permettono di sentire di più, per questo molti uomini li preferiscono a quelli di lattice. Con questi preservativi è essenziale utilizzare del lubrificante.
7) SIN DALL’INIZIO – Indossare il preservativo sin dall’inizio del rapporto ed imparare a ‘giocare’ tutto il tempo con il preservativo addosso.
8) GLIELO METTI TU – Imparare a mettere il preservativo, sensualmente, al proprio partner.
9) TOCCARSI NEL MENTRE – Continuare a toccarsi, e renderlo evidente, mentre lui lo indossa.

10) VALUTARE ALTRI SISTEMI ANTICONCEZIONALI – Il tuo partner potrebbe essere un po’ in ansia per la sicurezza del preservativo, specialmente se in passato gli è successo che si sia rotto. Questa tensione, potrebbe essere la ragione per cui non riesce a venire. Perché allora non valutare altri sistemi anticoncezionali? Se siete in una relazione stabile, dopo aver fatto un bel check up sulla salute sessuale di entrambi (malattie sessuali, ce ne sono a bizzeffe, controllate), potrebbe essere una buona idea iniziare con la pillola contraccettiva, e togliersi il problema una volta per tutte.

6 modi in cui l’alcol rovina il sesso

Continue reading