Non è possibile rimanere incinta se…La top 10 delle bufale sul sesso e sulla gravidanza

Image

Sono milioni, milioni di milioni le storie sul sesso, sulla contraccezione e su metodi ‘casalinghi’ per evitare una gravidanza indesiderata. Attenzione: è molto importante che le bugie sulle ‘tecniche contraccettive fai da te’ siano svelate prima che sia troppo tardi.

Ed ecco qui la top 10 delle bufale sul sesso e sulla gravidanza:

Continue reading

Da donna a donna: sesso lesbico, ma protetto

Viva il sesso, sì ma quello sicuro! Ci sono molti modi per avere una vita sessuale appagante e stimolante, ma bisogna fare attenzione al rischio di contrarre un’infezione a trasmissione sessuale.

Le donne che fanno sesso con donne non sono immuni da malattie sessualmente trasmissibili: possono trasmetterle o essere contagiate. Quando c’è lo scambio di fluidi corporei si possono contrarre malattie sessualmente trasmissibili come l’herpes, clamidia e l’Aids. Bisogna sapere come proteggersi.

C’è, poi, una “piccola” questione tecnica che, certo, non aiuta: il nostro apparato genitale è interno, niente sbirciatine per controllare che tutto è apposto. Per gli uomini, invece, è diverso: hanno la possibilità di guardarsi anche lì.

Mani e dita
Quando facciamo sesso siamo “tutte prese”, i pensieri volano e il nostro corpo sembra abbia una volontà propria, libero di muoversi senza barriere e limiti. Ma attenzione donzelle: alcune infezioni possono essere trasmesse attraverso le mani e le dita. È buona regola, anche di bon ton, lavarsi le mani prima e dopo il rapporto sessuale. Qualsiasi rapporto che possa mettere in contatto i nostri fluidi corporei con quelli della nostra partner, come toccare se stesse e la partner con la stessa mano, ci può mettere a rischio. Sia per il sesso anale che per la penetrazione vaginale, meglio indossare guanti in lattice e usare un lubrificante a base di acqua.

Lingua e sesso orale
La regola numero uno per il sesso orale è: evitare di farlo se una delle due ha qualche taglio o ferita nella bocca o sulle labbra oppure usare il profilattico femminile che agisce come una barriera per aiutare a prevenire le infezioni sessuali. Quindi scoprite o, se non l’avete già fatto, usate il profilattico femminile: nella maggior parte dei casi contribuirà a proteggere contro il rischio di malattie sessuali. Si tratta di un fazzolettino 25 x 15 cm in lattice che viene messo sulla vagina e che copre anche l’ano. Naturalmente il profilattico va cambiato quando si passa da una parte all’altra del corpo.

Sesso anale
Siete di quelle a cui piace sperimentare? Beh dovete sapere che le posizioni e le pratiche sessuali non sono tutte uguali, alcune sono più a rischio. Ad esempio la penetrazione anale è potenzialmente più pericolosa di quella vaginale, in quanto la vagina è costituita da 5 o 6 strati di cellule al di sotto delle quali c’è il derma dove sono i vasi sanguigni, mentre la mucosa anale è costituita da un unico strato di cellule. I germi infetti, quindi nella penetrazione vaginale, devono attraversare 5 strati di cellule prima di penetrare nell’organismo attraverso i vasi sanguigni, mentre nella penetrazione anali contrarre una malattia è più facile. Va considerato, poi, che il canale anale ha una elasticità inferiore a quello vaginale.

Sex toys: accessori erotici
Sex toys: esiste una grande varietà di accessori erotici, dal cetriolo al dildo a forma di delfino, dalle sfere dell’amore ai vibratori regolabili. Non c’è nessun problemi a usarli, ma attenzione in questo caso meglio bandire la condivisione: usarli in comune può essere rischioso in quanto ci potrebbe essere lo scambio di liquidi magari infetti. Quindi se si usano giocattoli sessuali, utilizzare un profilattico nuovo per ogni partner e per ogni penetrazione in un diverso orifizio. Lavate e disinfettate gli accessori ogni volta che si usano o puliteli con alcol al 70%.
Per quanto riguarda gli oggetti di pelle, occorre tenere presente che questo materiale non si può pulire in maniera efficace; meglio, quindi, scegliere altri materiali che si possono disinfettare. Per quello che riguarda i sex toys “fai da te” fate attenzione: i vegetali e la frutta, come cetrioli e banane, possono scatenare eczemi. È sconsigliato, poi, anche l’uso di bottiglie e oggetti simili: introducendoli nella vagina o nell’ano possono formare dei vuoti d’aria.

Lo famo strano”
Passiamo ora ai gusti più soggettivi: ad alcune persone piace urinare sulla partner come parte della loro vita sessuale. È bene sapere, in questo caso, che con la pelle c’è un rischio relativamente basso di trasmissione di un’infezione a meno che non si colpisca la bocca.
Altro argomento: le feci. La cacca, infatti, contiene microrganismi che possono portare a malattie o infezioni come quello dell’epatite. L’infezione può avvenire se le feci entrano in contatto con tagli della pelle, la bocca o gli occhi.

Infine ricordo una regola base: fare sesso con una donna che ha le mestruazioni è ad alto rischio perché c’è una concentrazione altissima di particelle virali. Affinché la donna infetta possa però trasmettere un’infezione, quest’ultima deve avere una piccola lesione come un taglio. Le perdite ematiche, anche al di fuori delle mestruazioni come spotting o infiammazioni interne che provocano sanguinamenti, possono essere molto pericolose, al pari delle mestruazioni. Queste sono tutte condizioni di rischio sia che la donna sia infetta che no.

Il messaggio è: fate attenzione per godere con soddisfazione! 😉
Buon sesso a tutte!!!

Guida semplice al preservativo: tutto quello che devi fare…e non fare!

Preservativi

I preservativi stanno al sesso come le cinture di sicurezza stanno al guidare un auto. Sebbene non siano sicuri al 100%, sono probabilmente il modo più efficace, semplice ed economico per proteggersi contro le malattie sessualmente trasmesse. E come plus, diversamente dalle cinture di sicurezza, aiutano anche a prevenire le gravidanze!

Tutti gli uomini dovrebbero essere in grado di indossarli correttamente e velocemente. Tuttavia ci sono alcune altre cose da tenere a mente quando si ha a che fare con un preservativo.

Preservativi: COSA FARE

  • Usate solo lubrificanti a base di silicone o acqua, sia dentro che fuori il preservativo.
  • Abbondare nell’uso del lubrificante è sempre una buona idea dato che impedisce al preservativo di diventare troppo secco e lacerarsi.
  • Conserva i preservativi in un luogo fresco e asciutto, ma non nel frigo!
  • Controlla sempre la data di scadenza (si ce l’hanno anche i preservativi!), perché tendono a diventare secchi e meno resistenti con il tempo.
  • Metti il preservativo sul pene eretto prima di qualsiasi contatto sessuale con il tuo partner
  • Trova un condom della tua misura. Se è troppo stretto, c’è più probabilità che si rompa e se è troppo largo, è possibile che si sfili nel bel mezzo dell’azione. Prova varie marche e modelli per scoprire quello più adatto a te.
  • Mentre lo srotoli sul pene eretto, tieni gentilmente la punta del preservativo tra pollice e indice (occhio alle unghie lunghe però!), in modo da evitare di intrappolare aria e di permettere che una volta avvenuta l’eiaculazione, lo sperma abbia abbastanza spazio per essere contenuto.
  • Una volta usato il preservativo, gettalo e non riutilizzarlo. Questa è una di quelle occasioni in cui fare l’ambientalista non è proprio una buona idea.
  • Usa il preservativo quando stai facendo sesso sia vaginale, che anale o orale (nell’ultimo caso potresti voler usare un preservativo più..gustoso) ma ricordati di cambiarlo ogni volta che passi dall’uno all’altro.
  • Se hai piercing fai attenzione che non tocchino, tirino o danneggino il preservativo.
  • Usa tranquillamente il preservativo anche se la tua partner sta usando la pillola o un altro sistema contraccettivo. Nessun altro anticoncezionale ti mette al riparo dalle malattie sessualmente trasmesse.
  • Per evitare che quando ti levi il preservativo si sfili, tienilo con la mano premuto alla base del pene.
  • Avvolgi il preservativo usato in un pezzo di carta igienica e gettalo nel cestino. A nessuno piace inciampare su un preservativo usato. Non gettarlo nel W.C.

Preservativi: COSA NON FARE

  • Non usare mai un preservativo dopo la sua data di scadenza, se non sembra essere in ottime condizioni o semplicemente ti sembra che ci sia qualcosa che non va.
  • Non usare preservativi di pelle animale (ad esempio d’agnello) perché non proteggono dalle malattie. Se sei allergico al lattice, usa quelli fatti di poliuretano.
  • Non esporre mai i preservativi ad una fonte diretta di calore (e con questo intendiamo la taschina dei jeans o anche il cruscotto della macchina) o luce (sotto una lampada o la luce diretta del sole) e non tenerli assieme ad altri oggetti come monetine, chiavi, tagliaunghie.
  • Non usare i denti, unghie, forbici o qualsiasi altro oggetto affilato per aprire la confezione del preservativo e assicurati che quando lo fai vi sia abbastanza luce per vedere che non si sia danneggiato durante l’apertura.
  • Non usare mai lubrificanti che a base di oli o grassi come la Vaselina, l’olio per i bambini, lozioni in crema per il corpo, olio da cucina, creme solari. Possono danneggiare il preservativo creando minuscoli fori e fessure.
  • Non srotolare il preservativo e non soffiarci aria dentro prima di metterlo. Non potrai essere più sicuro della sua efficacia.
  • Non usare più di un preservativo contemporaneamente sul tuo pene.
  • Non usare contemporaneamente sia un preservativo maschile che uno femminile: potrebbero fare aderenza e sfilarsi.
  • Non gettare il preservativo nel W.C. Hanno la brutta abitudine di intasare le tubature e finire sulle spiagge.

Scegliere la contraccezione giusta

metodi contraccettivi

I vari metodi contraccettivi a disposizione, classificati per efficacia

I metodi contraccettivi non sono rappresentati solamente da pillola e preservativo, al giorno d’oggi ne abbiamo tantissimi a disposizione. E non esiste un anticoncezionale a taglia unica, che vada bene a tutte al primo tentativo.

Una cattiva informazione spesso ci porta a scegliere il metodo contraccettivo sbagliato, solo perché non siamo a conoscenza che ve ne potrebbe essere un’altro più adatto a noi e al nostro stile di vita.

Ad esempio, se siete delle ritardatarie croniche o se per la testa avete sempre 100mila cose…pensate davvero che la pillola anticoncezionale possa davvero essere il metodo più sicuro per voi?

D’altro canto, se l’uso del preservativo comporta pesanti riflessi sulla spontaneità della vostra attività sessuale, sicuri che ci si possa basare sul suo uso se la relazione intima si avvia ad essere stabile?

Cercherò di glissare sul discorso del metodo del coito interrotto come sistema anticoncezionale: lo sapete che oltre 30 donne su 100 ogni anno rimangono incinta dopo essersi fidate dei riflessi pronti e veloci del proprio lui?

Se ora vi ho messo dei dubbi avete pure ragione. Per capire quale sia davvero il metodo anticoncezionale adatto a voi vi consiglio di fare questo test. E’ disponibile purtroppo solo in versione inglese o spagnola. Se proprio non siete poliglotte, potete affidarvi al sito della SIGO, società dei ginecologi italiani, sulla contraccezione, www.SCEGLI TU.it.

ATTENZIONE AI NAVIGANTI: solo il preservativo mette al riparo dalle malattie sessualmente trasmesse!

Segui Salute Lei & Lui anche su Facebook