Stendra, meglio del Viagra: agisce in 15 minuti!

Dopo quasi 10 anni dall’approvazione di un farmaco per la disfunzione erettile, è l’ora di Stendra della Vivus Inc. Stendra, il cui principio attivo è l’avanafil, è stato infatti di recente approvato dalla Food and Drug Administration, l’ente statunitense che regola l’immissione dei medicinali in commercio. Il successo sembra già essere garantito: Stendra agisce infatti nella metà del tempo rispetto a Viagra, 15 minuti anziché 30.

Il meccanismo d’azione di Stendra è tuttavia molto simile a quello della famosa pillola blu: sono infatti entrambi inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 (PDE5), che stimolano l’erezione aumentando l’afflusso di sangue al pene. Stendra è stato già sottoposto ai test di efficacia e sicurezza ed in entrambi i casi ha ottenuto ottimi risultati. Gli effetti collaterali riscontrati  sono stati: mal di testa, arrossamento del volto, congestione nasale e dolore alla schiena. Le controindicazioni, invece, sono rivolte principalmente a chi utilizza nitrati, poichè l’assunzione contemporanea di Stendra potrebbe in tal caso provocare un improvviso calo della pressione sanguigna.

Riguardo all’efficacia, i pareri dei pazienti coinvolti nei test clinici sono tutti positivi: Stendra ha garantito loro migliore funzionalità erettile e rapporti sessuali più soddisfacenti, soprattutto dal punto di vista della penetrazione vaginale. Stendra (avanafil) costituirà dunque in un futuro molto prossimo una valida alternativa al Viagra e agli altri farmaci anti-impotenza oggi sul mercato. Stendra potrebbe d’altra parte rappresentare la scelta migliore per gli uomini che soffrono di disfunzione erettile e cercano un rimedio quanto più naturale possibile.

Segui Salute Lui & Lei anche su Facebook

Il Viagra? Ora è spray!

I trattamenti anti-impotenza sono sempre più efficaci e discreti: pensiamo alla ‘mentina dell’amore’ (Levitra orosolubile) che si scioglie sotto la lingua e agisce in appena un quarto d’ora. La novità in materia è oggi rappresentata da una sorta di Viagra spray. Non ci si lasci ingannare dalle trovate pubblicitarie: il principio contenuto nello spray nasale non è in realtà il Sildenafil, molecola alla base del Viagra, bensì l’ossitocina.

L’ossitocina è un ormone generalmente somministrato alle donne durante il parto per indurre le doglie e facilitare il travaglio; strano pensare che negli uomini abbia tutto un altro tipo di effetto. Uno studio apparso sul Journal of Sexual Medicine, rivela infatti che l’ossitocina può stimolare la libido maschile allo stesso modo di una pillola di Viagra. A partire da questa intuizione alcuni ricercatori dell’università di Cambirdge hanno quindi sviluppato uno spray all’ossitocina, il cosiddetto Viagra spray nasale. Sebbene non sia ancora dato sapere con precisione in che modo  funzioni, il risultato sembrerebbe essere prodotto con molta probabilità dall’interazione dell’ossitocina con la dopamina, a sua volta coinvolta nell’attività sessuale. L’importanza della scoperta sta anche e soprattutto nel fatto che il ‘Viagra spray nasale’ potrebbe risultare efficace anche per quei soggetti che non rispondono agli altri trattamenti anti-impotenza. È l’esempio di un uomo che soffriva di disfunzione erettile e per cui nulla avevano potuto fare farmaci come Viagra, Cialis o Levitra. L’inalazione, due volte al giorno, dello spray all’ossitocina ha invece portato subito a dei miglioramenti. L’esperimento lascia quindi ben sperare in un futuro impiego di questo ormone e della sua pratica somministrazione per tutti gli uomini con deficit erettili.

Viagra: niente più leggende!

È giunto il momento di sfatare alcune false leggende metropolitane sull’uso del Viagra e sui rischi che ne conseguono. Certamente è sempre di un farmaco che stiamo parlando e, come tutti i medicinali, non può essere assunto da chiunque. Per questo motivo la prescrizione medica rimane necessaria nonostante il Viagra non sia così pericoloso per la salute come spesso erroneamente si crede.

Riprendendo quanto già detto in un post precedente, il Viagra sembra essere addriittura più sicuro dell’aspirina, come sostiene l’andrologo ed endocrinologo Emanuele Jannini in un’intervista su Panorama. Il Viagra è tollerato a tal punto che “La comunità andrologica italiana ed euorpea condivide l’idea che non c’è nessun motivo perchè il Viagra non sia un prodotto da banco”. Un motivo in realtà c’è ed è quello che ha fatto desistere l’Ema (European Medical Association) dall’attuare questa proposta: l’obbligo imprescindibile di ricetta medica, perchè la disfunzione erettile potrebbe anche essere un avvisaglia per patologie ben più gravi, come il diabete. Al di là di questo, sono gli stessi effetti collaterali del Viagra a non apparire gravi. “Gli effetti collaterali – afferma il dottor Alessandro Pizzocaro dell’Istituto Clinico Humanitas – sono solo fastidiosi, ma non provocano danni. I più comuni (in ogni caso in meno del 10-15% dei pazienti) sono mal di testa, rossore al volto, bruciori allo stomaco, congestione nasale, alterazione della visione dei colori. In casi rari, tali effetti collaterali sono così fastidiosi da dover sospendere l’assunzione del farmaco e, comunque, senza alcuna conseguenza sulla salute”. Per Jannini, invece, “L’effetto collaterale più grave del Viagra è al portafoglio”. Effettivamente il prezzo di Viagra, parliamo di quello originale, non è sempre alla portata di tutti; per questo alcuni preferiscono acquistare Viagra online a prezzi bassissimi per un prodotto però di  bassa qualità che potrebbe realmente essere dannoso per la salute.

C’è un altro mito da sfatare sul Viagra: gli effetti negativi che il farmaco potrebbe avere sul cuore. Il Viagra non espone di per sè ad alcuna crisi cardiaca, al contrario secondo diversi studi il Viagra ha un effetto benefico sulle funzionalità cardiache. A sostenerlo sono molti medici, tra cui il dottor Charalambos Vlachopoulos che ha dimostrato come il Viagra, riducendo la pressione arteriosa e rendendo i vasi sanguigni meno rigidi, aiuti di fatto l’attività cardiaca. Della stessa idea è il prof. Rigatti: “Oggi il farmaco viene usato per l’ipertensione polmonare di tipo venoso e se somministrato per tanto tempo può avere effetti benefici su prostata e cuore, oltre a favorire un miglioramento della minzione”. Insomma esisono sempre più pareri positivi riguardo al Viagra, tuttavia c’è ancora chi associa il farmaco anti-impotenza a gravi scompensi cardiaci e si domanda se Viagra possa o meno provocare un infarto. All’interrogativo risponde in maniera esauriente l’andrologo Alessandro Pizzocaro, per cui riporto per intero quanto affermato dal professore:

Mi preme sottolineare che il Viagra nasce, al contrario, come medicinale contro l’infarto. Si tratta di un farmaco che provoca la dilatazione delle arterie. Durante la sperimentazione, però, i ricercatori hanno notato come il farmaco fosse in grado di dilatare maggiormente le arterie del pene rispetto a quelle del cuore mentre su quest’ultimo aveva pochi effetti, così sono cambiate le sue indicazioni. Attualmente sono in circolo altri due farmaci (Cialis e Levitra) che hanno lo stesso meccanismo di azione: tutti e tre sono efficaci nella disfunzione erettile e hanno pochi effetti collaterali. Si ritiene, inoltre, che questi farmaci siano vantaggiosi sulla funzione delle cellule delle pareti arteriose (endotelio) e, pertanto, sul cuore. Oggi, infatti, si sta addirittura pensando di utilizzarli per le persone che soffrono di scompenso cardiaco in virtù del loro effetto vasodilatatore. Il fatto è che agiscono potenziando l’azione di un neurotrasmettitore che si chiama ‘ossido nitrico’ che viene rilasciato dall’endotelio vascolare e dalle terminazioni  nervose durante l’eccitazione sessuale, provocando la dilatazione delle arterie. Le persone che hanno problemi di ischemia cardiaca utilizzano, per migliorare il flusso sanguigno al cuore, sostanze simili all’ossido nitrico (farmaci nitroderivanti), la cui azione vasodilatatrice viene, quindi, potenziata dai tre farmaci in oggetto, fino a manifestare uno shock anche fatale. Insomma, non è il farmaco di per sè che fa male al cuore, ma solo l’associazione con i farmaci nitroderivati”.

Pizzocaro parla di ossido nitrico, il cui rilascio viene favorito dal Viagra, e questa sostanza sembra far bene al cuore in senso sia fisico che figurato. È possibile che il Viagra possa migliorare anche i sentimenti?

Sì. – risponde Alessandra Grazziottin, direttore del Centro di Sessuologia Medica al San Raffaele Resnati di Milano – La ragione è semplice: il farmaco ricrea quello che si verifica nella realtà e che era stato leso dalla carenza di rapporti frequenti e soddisfacenti, causata anche dal problema sessuale. In termini semplici: al momento dell’orgasmo viene liberata nel sangue e nel cervello una elevata quantità di ossitocina. Si tratta di un neuro-ormone con una proprietà particolarissima: ‘scrive’ letteralmente nel cervello chi sia la persona che in quel momento ci sta rendendo felici. L’ossitocina sembra quindi essere la sostanza più potente nel tradurre in traccia biochimica il sentimento di ‘attaccamento affettivo’, di affetto e amore”.

Dovremmo in sostanza informarci meglio, prima di imputare al Viagra effetti negativi e rischi che non gli competono e sottostimare invece i suoi effetti positivi. I medicinali hanno sicuramente dei rischi, ma solitamente se prescritti è perché i benefici sono di gran lunga maggiori.

Viagra o Cialis: pillola blu o pillola gialla?

scegliere tra cialis o viagra

Chi soffre di disfunzione erettile si è sicuramente trovato di fronte all’amletica questione: Viagra o Cialis? Quale dei due farmaci anti-impotenza preferire? La verità è che non esiste una risposta unica, perché è il caso singolo che va considerato. Il Viagra si rivelerà migliore per alcuni, il Cialis per altri. Un medico potrà certamente indicarvi con maggiore sicurezza quale scegliere, ma potete anche essere voi a valutare quale, tra Viagra e Cialis, fa più al caso vostro. In quest’ultimo caso però, dato che è di farmaci che si sta parlando, è fondamentale informarsi ed avere chiari gli effetti positivi e negativi sia dell’uno che dell’altro. Tranquilli, la decisione non sarà irreversibile:  se vi trovate male con il Cialis potete sempre passare al Viagra e viceversa.  In fondo i due trattamenti anti-impotenza sono più simili di quanto si possa pensare. Esistono tuttavia delle differenze, ed è basandosi su queste ultime che si dovrebbe poi giungere ad una scelta.

VIAGRA O CIALIS: ECCO LE SIMILITUDINI

Viagra e Cialis sono trattamenti per l’impotenza che hanno un meccanismo di azione molto simile tra loro, essendo entrambi farmaci inibitori della PDE-5. Questo tipo di medicinali agisce rilassando i vasi sanguigni del pene così da permettere un regolare afflusso di sangue e di conseguenza una funzione erettile sufficiente a consentire un rapporto sessuale. Questo non significa che Viagra e Cialis provocano erezioni spontanee ed incontrollate, ma semplicemente che consentono di avere un’erezione qualora ci si trovi di fronte a stimoli sessuali, visivi o mentali. Insomma Viagra e Cialis non inducono l’erezione, come spesso erroneamente si crede, ma la sostengono.

Un’altra similitudine tra Viagra e Cialis sta nell’efficacia di entrambi i farmaci. La loro buona riuscita nel risolvere problemi di disfunzione erettile è stata testata in diversi studi clinici e si aggira intorno all’80% (leggermente superiore, un punto percentuale, nel caso di Cialis). Occorre però guardare anche il “rovescio della medaglia”: sia Viagra che Cialis sono inefficaci in 1 uomo su 5. I motivi in questo caso possono essere i più disparati: dal poco o troppo tempo trascorso dal momento dell’assunzione, dal dosaggio inferiore al necessario o dalla mancanza di stimoli sessuali.

Così come l’efficacia, Viagra e Cialis hanno in comune anche la maggior parte degli effetti collaterali e delle controindicazioni. Per quanto riguarda i primi, sebbene la maggior parte degli uomini dichiara di non aver riscontrato effetti indesiderati dopo l’utilizzo di Viagra o Cialis, esistono dei disturbi comuni ad entrambi. Si tratta principalmente di dolore addominale o muscolare, mal di testa e mal di schiena. Spesso per ridurre questi effetti collaterali è sufficiente diminuire il dosaggio del farmaco. Viagra e Cialis sono poi controindicati ai pazienti che hanno avuto recentemente (ultimi 6 mesi) un infarto o un ictus, a chi soffre di aritmia, pressione bassa o alta, malattie genetiche della retina, deformazioni del pene (ad esempio una curvatura molto accentuata o la fibrosi cavernosa) e a chi è predisposto al priapismo (perché ha patologie quali l’anemia falciforme, il mieloma multiplo o la leucemia). Infine l’impiego di Viagra e Cialis è severamente sconsigliato a chi sta assumendo sostanze a base di nitrati (usati generalmente per la cura dell’angina pectoris) o alfa-bloccanti (usati da chi ha problemi di ipertensione o alla prostata).

Per tutti questi motivi è importante ricordare che Viagra e Cialis sono prima di tutto dei medicinali e come tali devono essere considerati: la prescrizione è quindi necessaria. La ricetta può essere fatta dal medico di base o da uno specialista (urologo o andrologo). Quindi anche chi intende acquistare Viagra o Cialis online deve accertarsi che la prescrizione medica sia inclusa, essendo una condizione imprescindibile.

VIAGRA O CIALIS: ECCO LE DIFFERENZE

Passiamo ora alle differenze tra i due farmaci contro l’impotenza. La differenza principale, quella che porta di solito a preferire l’uno piuttosto che l’altro, sta nel tempo di efficacia. Cialis ha una durata di azione maggiore rispetto al Viagra e quindi garantisce una migliore flessibilità, non a caso è stato denominato “la pillola del weekend”. Per la precisione mentre il Viagra garantisce un’efficacia fino ad un massimo di 5 ore, per Cialis sono 36 ore. Più simili i tempi di assimilazione: 40-60 minuti per il Viagra, 30 minuti per il Cialis (il picco di efficacia viene però raggiunto dopo circa un paio d’ore). Inoltre la Lilly Icos, casa farmaceutica produttrice di Cialis, ha anche immesso sul mercato una versione della molecola di tadalafil giornaliera: il Cialis Once A Day. Quest’ultimo ha un dosaggio ridotto rispetto al Cialis e va assunto tutti i giorni della settimana, in modo da rendere gli uomini “pronti all’occorrenza” 24 ore su 24. Sebbene le ultime informazioni lascino pensare che Cialis sia migliore di Viagra, bisogna considerare il fatto che l’effetto di Viagra è sicuramente più deciso di quello di Cialis, nonostante sia inferiore in termini di tempo.

Inoltre come si è già accennato Viagra e Cialis hanno dosaggi differenti: Viagra è disponibile in compresse orali da 25, 50 e 100 mg (dosaggi dunque abbastanza alti); Cialis in compresse da 10 e 20 mg o in dosaggi bassissimi da 2,5 e 5 mg nella versione giornaliera.

Infine, ultimo “doloroso” punto in grado di distinguere Viagra e Cialis è il costo. Innanzitutto va detto che entrambe le pillole contro la disfunzione erettile hanno prezzi piuttosto elevati (diffidare dei prezzi nettamente inferiori a quelli della farmacia che si trovano in rete: si tratta di farmaci non originali e dunque potenzialmente pericolosi per la propria salute). Tuttavia Cialis, come avevamo visto in un approfondimento precedente, ha un costo leggermente superiore a quello di Viagra, anche quest’ultimo già approfondito in un altro post.

VIAGRA O CIALIS: TIRIAMO LE SOMME

Viagra e Cialis sono i farmaci per la disfunzione erettile più venduti in Italia e nel mondo; è impossibile però stabilire quale sia il migliore tra i due. Questa decisione è soggettiva e quindi va presa dal singolo individuo o dal proprio medico. Certamente tenere presenti le similitudini e le differenze appena elencate può rivelarsi utile, se non decisivo, nella scelta di quale sia il trattamento anti-impotenza che fa al caso vostro.

Segui Salute Lui & Lei anche su Facebook 

L’immagine utilizzata in questo articolo appartiene a Jessy Timko, da Flickr http://www.flickr.com/photos/creativesoup/3764186362/